Sei in Home / News



Bracco presidente di prestigiosa societÓ scientifica italiana di ginecologia

E nel 2018 è previsto a Lucca un congresso con mille specialisti



Gian Luca Bracco, direttore di ginecologia e ostetricia dell’ospedale di Lucca, è stato eletto per il 2018 presidente dell’Associazione Italiana di Ginecologia Urologica e del Pavimento Pelvico (A.I.U.G.), una delle società scientifiche più prestigiose della ginecologia italiana.

Per questo è già previsto che nel 2018 venga svolto proprio a Lucca, dal 24 al 26 maggio nella sede del Real Collegio, un grande evento congressuale a carattere internazionale che richiamerà a Lucca circa mille ginecologi.

La presidenza assegnata al dottor Bracco è sicuramente un riconoscimento della lunga e qualificata attività da lui svolta con passione e sacrificio nell’ambito della chirurgia ginecologica, della chirurgia ricostruttiva del prolasso utero-vaginale e dell’incontinenza urinaria femminile da sforzo.

A Lucca Bracco ha introdotto e sviluppato alcune tecniche innovative, che già eseguiva all’azienda ospedaliero-universitaria di Careggi fin dagli anni ’90.

Arrivando all’ospedale lucchese ha quindi diffuso la chirurgia mininvasiva, che permette con ricoveri molto brevi, anche di un giorno, di risolvere il serio problema dell’incontinenza urinaria e di correggere il prolasso uterino anche senza asportare l’utero, ma posizionando delle reti che lo sostengono all’interno del bacino femminile.

Con l’attivazione, nel maggio 2014, del nuovo ospedale San Luca, una struttura moderna e tecnologica, l’attività chirurgica in Ginecologia è stata ulteriormente sviluppata e migliorata, anche grazie alla presenza di una sala chirurgica dedicata all’interno del blocco parto.

Nel corso del 2016 e in questo inizio di 2017, in continuità con gli anni precedenti, è stato infatti portato avanti un lavoro significativo, con l’esecuzione di molti interventi chirurgici in laparoscopia e con la risoluzione anche di serie problematiche di carattere oncologico.

Sul fronte dell’Ostetricia, anche per l'anno 2016 Lucca è arrivata sopra la soglia dei mille parti, raggiungendo quota 1065, con un incremento del 5% rispetto all’anno precedente, in netta controtendenza rispetto al calo generalizzato di nascite che si registra anche a livello nazionale.

L’aumento del numero dei parti è la conferma di un lavoro d’equipe - tra  medici ginecologi e pediatri, ostetriche, infermieri e operatori socio sanitari - ormai consolidato e apprezzato e anche di una struttura che garantisce alle future mamme un confort adeguato e la possibilità di vivere questo importante momento in modo naturale e familiare.

05 Aprile 2017


Condividi il link con chi ti segue su Twitter  
Segui Azienda USL 2 su Twitter

Se ritieni che le informazioni presenti in questa pagina siano incomplete segnalacelo qui sotto.
La tua opinione e la tua collaborazione sono molto importanti







 

Regione Toscana